Omaggio a Liu Zhenyun

In collaborazione con l’Istituto Confucio dell’Università degli Studi di Milano.
Per la prima volta il Festival dedica un omaggio ad uno sceneggiatore: Liu Zhenyun, affermato scrittore cinese, che sarà a Milano dal 26 al 28 marzo, ospite dell’Istituto Confucio, in occasione del suo tour europeo “ Literature and Film Tour”.
Liu Zhenyun nasce infatti come scrittore, e in breve tempo si fa conoscere non solo in Cina, dove ha vinto il premio Mao Dun (massimo riconoscimento cinese per la letteratura), ma anche all’estero. I suoi romanzi sono stati tradotti in diverse lingue, e recentemente è stato pubblicato anche in Italia da Bompiani con “Divorzio alla cinese” (traduzione di M. Gottardo e M. Morzenti – 2016) e da Metropoli d’Asia con “Oggetti smarriti”, (traduzione di P. Liberati – 2015). Con il suo grande umorismo e tagliente sarcasmo, Liu Zhenyun è capace di trasmettere in maniera efficace e pungente gli aspetti contrastanti della società moderna e della cultura metropolitana e rurale della Cina. Sin dagli anni ‘90 si è dedicato anche al cinema, lavorando come sceneggiatore in collaborazione con il celebre regista Feng Xiaogang con cui ha avviato una sodalizio artistico che ha prodotto film di grande qualità ma anche di forte appeal presso il pubblico cinese.
Tra i film più noti tratti dai suoi romanzi, e diretti da Feng Xiaogang, Cell Phone, campione assoluto d’incassi in Cina nel 2003, e Back to 1942, dramma epico presentato alla Festa del Cinema di Roma nel 2012.

Proiezioni speciali in collaborazione con il Far East Film Festival di Udine (dal 21 al 29 aprile).

banner_milano_far east FF

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Film

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito fa uso di cookies. Continuando la navigazione ne autorizzi l'utilizzo.
Leggi l'informativa