Il Festival

locandinaIl Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina
“Where Future Beats”
(19-26 marzo 2017)

Giunto al suo 27° anno, il Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina (Milano, 19-26 marzo 2017) è l’unico festival in Italia sulle cinematografie e culture dei 3 continenti (Africa, Asia e America Latina). Nel 2017 il FCAAAL sintetizza la sua proposta culturale nel claim “Where future beats” e inaugura una importante collaborazione con il nuovo spazio di cittadinanza della Fondazione Giacomo Feltrinelli “Feltrinelli Pasubio”. La nuova struttura accoglierà il concorso Extr’A -Razzismo Brutta Storia (sezione competitiva che Il FCAAAL organizza da ormai dieci anni in collaborazione con Librerie Feltrinelli e Associazione Il Razzismo è una brutta storia) e una nuova sezione cinematografica dedicata all’America Latina e preceduta da talk ispirati al cluster tematico “Soggetti” della Fondazione Feltrienlli e una tavola rotonda in collaborazione con la Fondazione Edu su impresa, studio e lavoro creativo in Africa.

La programmazione del festival quest’anno prevederà circa 60 film per 7 giorni di programmazione. Continua la partnership strategica con la community di Zooppa (leader della content creation crowdsourced mondiale) e con il LagosPhoto Festival. I film in competizione concorrono all’assegnazione di un montepremi di circa 20.000 euro. Grande rilievo sarà dato alle attività di media literacy per le scuole della Lombardia e alle proiezioni post-festival nelle città italiane tra cui una importnte collaborazione con il Museo del Cinema di Torino.

La mostra fotografica “Where future beats”
Festival center (Casello ovest Porta Venezia ) dal 19 al 26 marzo 2017

Esposizione fotografica promossa dal Lagos Photo Festival e curata da Azu Nwagbogu, direttore del Lagos Photo Festival & Maria Pia Bernardoni, curatrice African Artists’ Foundation. Si dice che quando ti perdi dovresti tornare sui tuoi passi per ritrovare la strada di casa. L’Africa è il luogo in cui tutto è cominciato.

Oggi l’Africa è anche il luogo al quale guardare non soltanto per ritrovare le proprie origini, ma per comprendere meglio che direzione prendere. Nel mondo occidentale le interazioni fra esseri umani sono state sublimate nell’innovazione tecnologica. Ma raramente possiamo parlare di vera innovazione.

La maggior parte delle volte si tratta di una semplice alterazione di gadget o di oggetti che incantano al solo scopo di ingannare. Siamo sedotti da tecnologie che promettono di essere migliori e più utili, e per questo motivo ci sbarazziamo di oggetti perfettamente funzionanti per impossessarci dell’ultimo ritrovato con una applicazione in più.

Celebriamo la mediocrità, quindi, in quasi tutti gli aspetti della vita: per la prima volta in decenni siamo arrivati al punti di lasciare alle nuove generazioni meno di quello che abbiamo trovato. E questo lo si osserva nelle interazioni sociali, nelle amicizie, nelle relazioni sentimentali.

Per comprendere ciò che è davvero necessario a restituire un senso al nostro agire abbiamo bisogno di guardare a coloro che prosperano con molto meno a disposizione. E’ un paese che continua a ricercare e reinventare la propria identità, trovando nuove soluzioni e approcci innovativi in ogni aspetto dell’esistenza.

Artisti selezionati:

Muchiri Njenga
Osborne Macharia
Joana Choumali
Eric Gyamfi
Logo Oluwamuyiwa
David Uzuchukwu
Keyezua
Kudzanai Chiurai
Adeola Olagunju
Ikiré Jones

Lagos Photo è stato il primo evento internazionale dedicato alle arti visuali e alla fotografia in Nigeria; il festival ha come scopo quello di diventare la piattaforma di riferimento per la promozione e l’educazione all’arte e alla fotografia contemporanea in Africa.

Il programma cinematografico del Festival 2017

-60 titoli (film e video). Tra circa 600 film visionati presentiamo a Milano in prima visione italiana una nostra selezione delle produzioni più recenti di cinema di qualità proveniente da Africa, Asia e America Latina. Le proiezioni dei film sono introdotte da una presentazione del regista o di un esperto cinematografico. Tutti i film sono presentati con sottotitoli in italiano.

La programmazione, anche quest’anno, darà rilievo a film “evento” mantenendo uno schema che vedrà fiction e documentari in un’unica sezione competitiva: Concorso Lungometraggi Finestre sul Mondo. La Sezione Eventi Speciali “Flash” raccoglierà le importanti anteprime del Festival fuoriconcorso. I film in concorso saranno giudicati da una Giuria internazionale composta da tre esperti che assegnerà il Premio al Miglior Film del Concorso Lungometraggi Finestre sul Mondo e da una Giuria di giornalisti italiani che attribuirà il Premio al Miglior Cortometraggio Africano e al Miglior film della sezione Extr’A dedicata ai film italiani girati nei tre continenti o sulle tematiche dell’immigrazione in Italia.

Novità: – Sezione tematica in collaborazione con Fondazione Feltrinelli, dedicata all’America Latina in linea con il cluster “Soggetti” che valorizza protagonisti, attori, figure rilevanti, soggetti portatori di conoscenze, capitale sociale, interazioni e comunità. Sono previsti 4 talk accompagnati dalle proiezioni di 4 film su Democrazia, autoritarismo e populismo in America Latina.

Le sezioni del Festival

Concorso Lungometraggi Finestre sul Mondo, proporrà 10 film – fiction e documentari: un’accurata selezione delle ultime produzioni provenienti dai tre continenti che privilegia nelle scelte le opere dei giovani registi.

Concorso Cortometraggi Africani ospita i migliori brevi film (fiction e documentari) realizzati da registi provenienti da tutta l’Africa e dalla diaspora. La sezione ha l’obiettivo di promuovere i giovani registi africani ai loro primi passi nel cinema e di mostrare le nuove tendenze e le sperimentazioni del cinema africano.

Concorso Extr’A dedicato ai film di registi italiani a confronto con altre culture con l’intento di raccontare un’Italia che si fa interprete della diversità culturale. Sono selezionati in questa sezione i film di registi italiani girati nei tre continenti o i film che hanno come soggetto le tematiche dell’immigrazione.

Sezione Flash raccoglie i film/evento del Festival: anteprime di rilievo che presentano le opere recenti di registi affermati, film acclamati dalla critica o premiati nei maggiori festival internazionali, il meglio del cinema contemporaneo che racconta e interpreta l’attualità di Africa, Asia e America Latina.

E tutti ridono… la sezione delle commedia selezionata con la collaborazione di Gino e Michele di Zelig.

Sezione tematica in collaborazione con Fondazione Feltrinelli, dedicata all’America Latina

I film in competizione concorrono all’assegnazione di un montepremi di circa 20.000 euro. Alcuni premi paralleli sono destinati all’acquisizione dei diritti per la distribuzione di cortometraggi. Alcuni dei lungometraggi del festival saranno presi in distribuzione dal Coe per il circuito non commerciale italiano e in particolare per il settore dell’educazione. Quindi il festival si propone l’obiettivo concreto di contribuire alla distribuzione del cinema dei tre continenti in Italia. Per consultare i film del catalogo.

Punto d’incontro per gli ospiti e il pubblico sarà il FESTIVAL CENTER che ospita mostre, iniziative, occasioni di intrattenimento e di relax ispirati alle culture di Africa, Asia e America Latina. Uno Spazio Bar sarà allestito presso la sala degli incontri.

Lo Spazio Scuola del Festival prevede matinée di proiezioni di film del Festival riservate alle scuole secondarie di primo e secondo grado. Una Giuria studenti e una Giuria docenti assegneranno due premi al miglior cortometraggio.

Lo Spazio Università organizza nel periodo pre-festival incontri di promozione e conoscenza delle cinematografie dei tre continenti grazie alla rinnovata disponibilità dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, dell’Università Statale, dell’Università degli Studi Milano-Bicocca e IULM. Durante la settimana del Festival, i registi e gli ospiti della manifestazione incontreranno gli studenti. Il Festival è inoltre un’opportunità di formazione per tutti gli studenti che desiderino partecipare attivamente alle varie fasi organizzative.

Rassegne “Dopofestival”

Sin dai primi anni del festival, una priorità del COE è stata quella di portare parte dell’evento-festival in altre città italiane, stimolando e incentivando l’attività annuale di diffusione di film di cinematografie emergenti su tutto il territorio nazionale. Sono previste proiezioni post-festival al Museo del Cinema di Torino.

Luoghi e date della manifestazione

La manifestazione si svolgerà a Milano dal 18al 26 aprile 2017.
Auditorium San Fedele
Spazio Oberdan
Spazio Polifunzionale Fondazione Feltrinelli Pasubio
Institut Français – Milano
Festival Center, Casello Ovest di Porta Venezia – Casa del pane

Per ogni ulteriore informazione
COE – Centro Orientamento Educativo, tel. 02 6696258
festivalcinemaafricano.org; coeweb.org
email: festival@coeweb.org

Ufficio Stampa: Studio Sottocorno – Lorena Borghi
tel. 02 20402142 cell. 348 5834403
Festival Center: 342.9629341
email: studio@sottocorno.it; lorenaborghi@gmail.com

Il Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina è organizzato dall’Associazione Centro Orientamento Educativo – COE. Il Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina è socio fondatore di Milano Film Network (MFN), la rete che unisce l’esperienza e le risorse dei sette festival di cinema milanesi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito fa uso di cookies. Continuando la navigazione ne autorizzi l'utilizzo.
Leggi l'informativa