Ma Révolution inaugura Agorà del Mediterraneo

ma-revolution_120x160_%e2%88%8f-photo-jcrime-plon-les-productions-balthazarIl giorno 30 giugno, h. 21 sarà Ma Révolution di Ramzi Ben Sliman ad inaugurare la seconda edizione del seminario di studi internazionale Agorà del Mediterraneo, due giorni di studio attorno al Mare Nostrum, organizzato dall’Associazione Centro Orientamento Educativo a Barzio (LC) fino al 2 luglio.
Programma completo qui.

Ai tempi della Brexit e dei populismi che divampano in Occidente, l’identità dell’Europa può ripartire da Sud? Dal terrorismo alle migrazioni, il Mediterraneo si deve arrendere all’instabilità? E di fronte ai settarismi che riprendono forza in modo inquietante, che cosa hanno da dire i musulmani d’Italia e i cristiani del Medio Oriente?
Di questo e di tanto altro si parlerà in questa seconda edizione di Agorà del Mediterraneo. Esperti e testimoni d’eccezione si alterneranno, nella meravigliosa cornice di Barzio, tra il lago di Lecco e i monti della Valsassina, per un evento all’insegna delle atmosfere del Mediterraneo.

Momenti di approfondimento culturale, geopolitico e religioso, panel tematici, tavole rotonde, spazi di confronto e dibattito. E poi cinema, musica, sapori. Un’occasione pensata per chiunque voglia provare a orientarsi meglio nel complesso scenario del presente.

Il film franco-tunisino, uno dei titoli a disposizione dal Catalogo COEmedia distribuzione Cinema, aprirà il seminario e fornirà uno sguardo fresco e inedito sulla tematica molto attuale delle seconde generazioni alle prese con un’identità multipla. Rivoluzione per Marwann significa innamorarsi. Ha quattordici anni e vive da sempre Parigi. Mentre  suoi genitori seguono con attenzione l’inizio della Primavera Araba, Marwann si sente francese come tutti i suoi amici e ha occhi solo per la bella compagna Sygrid. Quando nella sua città molti iniziano ad esprimere solidarietà ai manifestanti e a sostenere la rivolta contro il tiranno Ben Ali, la sua popolarità a scuola raggiunge il culmine grazie alla foto pubblicata da un quotidiano, offrendogli al tempo stesso l’occasione per farsi conoscere da Sygrid e iniziare un viaggio alla scoperta di se stesso. Come il popolo tunisino, anche Marwann crescendo rincorre la sua libertà.

Il coordinamento scientifico dell’iniziativa è curato dalla giornalista Chiara Zappa.

Il programma completo è disponibile qui.
E’ possibile iscriversi all’intera iniziativa con un contributo di 100 euro o ai singoli panel.
Info su iscrizioni qui o contattare Prashanth Cattaneo p.cattaneo@coeweb.org

Eventi collegati

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito fa uso di cookies. Continuando la navigazione ne autorizzi l'utilizzo.
Leggi l'informativa